“Anatomie impossibili”: intervista a Nunzio Paci

Wild vertebrae / Vertebre di campo, Nunzio Paci, 2018
Radiografia in lightbox, 36,5x29,5 cm
Wild vertebrae / Vertebre di campo, Nunzio Paci, 2018
Radiografia in lightbox, 36,5×29,5 cm

Tra vita e morte, natura e umanità, Nunzio Paci arriva alla sua personale summa della nostra esistenza su questa Terra. I suoi lavori consistono prevalentemente in meravigliosi disegni e dipinti a metà tra il reale e l’immaginario, creando delicati e al contempo conturbanti ritratti che coniugano natura e anatomia. Non è però estraneo ad altri medium artistici, come ha dimostrato nelle sue opere realizzate su radiografie, al cui interno “sbocciano” splendidi elementi floreali.

Curiosa di conoscere di più sulla sua arte ho chiesto un’intervista a questo talentuoso artista italiano, che ringrazio ancora infinitamente per la sua gentilezza e disponibilità.

Prima di lasciarvi all’intervista vi segnalo che Paci esporrà i propri lavori alla mostraPittori fantastici nella Valle del Po” presso il PAC (Padiglione d’Arte Contemporanea) di Ferrara, dal 3 luglio al 27 settembre 2020.

Fox who dreams of being hibernating/ Volpe che sogna di essere in letargo, Nunzio Paci , 2020
Olio su tavola, 35x43 cm
Fox who dreams of being hibernating/ Volpe che sogna di essere in letargo, Nunzio Paci, 2020
Olio su tavola, 35×43 cm
Anatomia e malattia

RADIOGRAM: So che è una domanda un po’ banale, ma ci racconti un po’ di lei. Quali studi (accademici o da autodidatta) ha intrapreso per conoscere così bene l’anatomia e le tecniche pittoriche?

NUNZIO PACI: “Non ho un ricordo preciso di quando ho iniziato ad interessarmi all’anatomia. Circa venti anni fa, iniziai a compiere alcune ricerche di tipo sociale e ad interessarmi a specifiche malattie che colpivano solo alcuni paesi del mondo. Mi interessava capire quanto il benessere economico di un paese potesse influire sulla salute di molte persone e iniziai a riflettere su quanto potessi ritenermi, almeno in parte, fortunato nell’essere cresciuto in un contesto con caratteristiche sanitarie privilegiate. Successivamente ho iniziato a studiare le conseguenze che queste patologie riportavano sugli organi colpiti e ho cercato di riprodurli fino ad ottenere un personale linguaggio pittorico, utilizzando resine e altri materiali naturali.”

Papaver field / Campo di papaveri, Nunzio Paci, 2016, Radiografia in lightbox, 27x23,5 cm
Papaver field / Campo di papaveri, Nunzio Paci, 2016
Radiografia in lightbox, 27×23,5 cm
Un bagaglio culturale di vita

Ha delle “muse ispiratrici”? Artisti, movimenti, concetti/pensieri…

“In passato ho amato molti artisti che ora non considero più così interessanti. Credo che tutto ciò che viviamo in qualche modo influenzi il nostro percorso e che faccia comunque parte del bagaglio culturale di vita di ciascuno di noi.”

The sleepless / L'Insonne (dettaglio), 2016
Olio, matita su tela, 50x50 cm
The sleepless / L’Insonne (dettaglio), Nunzio Paci, 2016
Olio, matita su tela, 50×50 cm
L’animale indesiderato

Le sue opere sembrano uscite da libri di anatomia di altri tempi, ma possiedono un fascino “fiabesco” grazie alla compresenza di elementi naturalistici. Qual è per lei la congiunzione tra arte e scienza, uomo e natura?

“Da sempre osservo in profondità tutto ciò che mi circonda, cercando di creare delle connessioni tra elementi contrastanti, fino ad ottenere un “perfetto” equilibrio… Non credo nelle gerarchie e nelle classificazioni che vedono l’essere umano come un elemento separato e superiore da tutto ciò che lo circonda, credo piuttosto che l’uomo in natura sia un animale indesiderato destinato all’auto-estinzione.”

Anatomy of a rose / Anatomia di una rosa, Nunzio Paci, 2016
Radiografia in lightbox, 40x35 cm
Anatomy of a rose / Anatomia di una rosa, Nunzio Paci, 2016
Radiografia in lightbox, 40×35 cm
Radiografie introspettive

Nella sua produzione si contano una serie di opere che consistono in disegni floreali su radiografie mediche esposte su lightbox (Anatomia di una rosa, Vertebre di campo…). Cosa l’ha portata ad approcciarsi a una tecnica espressiva così particolare? Qual è l’idea dietro queste opere?

“Ho sempre cercato di rimanere fedele al mio percorso e l’utilizzo di supporti differenti per me non è altro che un modo per raccontare la mia ricerca utilizzando un diverso linguaggio. Le radiografie usate in questa serie fanno tutte parte di una ricca collezione accumulata negli anni da persone a me care, quindi c’è dietro anche una forte componente affettiva/emotiva. È come se fosse un racconto distorto tratto da una visione personale della malattia e della malformazione.”

Vertebrae in bloom / Vertebre in fiore, Nunzio Paci, 2016
Radiografia in lightbox, 27x23 cm
Vertebrae in bloom / Vertebre in fiore, Nunzio Paci, 2016
Radiografia in lightbox, 27×23 cm
“Anatomie impossibili”

Ci sono degli x-ray artist che utilizzano la rappresentazione anatomica per esorcizzare la paura della morte, delle malattie, oppure per cercare attraverso l’analisi del proprio corpo di arrivare a conoscere sé stessi anche a livello mentale/psicologico. Cosa rappresentano per lei scheletri, organi, anatomie?

“Credo di avere un approccio a metà tra lo scientifico e il filosofico. Cerco di raccontare la mia personale visione della vita attraverso un linguaggio non reale infondendo in chi guarda il dubbio – e spesso anche in me stesso – che le mie “anatomie impossibili” possano essere reali.”

A place to rest / Un luogo dove riposare (dettaglio), Nunzio Paci,, 2015
Olio, matita su tela, 100x70 cm
A place to rest / Un luogo dove riposare (dettaglio), Nunzio Paci,, 2015
Olio, matita su tela, 100×70 cm

Cosa ne pensa della X-Ray art? La conosceva già in precedenza o è una novità per lei?

“Conoscevo il lavoro di alcuni artisti ma non immaginavo potesse essere una sorta di movimento…”

Clavicula, Nunzio Paci, 2016, Radiografia in lightbox, 23x27 cm
Clavicula, Nunzio Paci, 2016
Radiografia in lightbox, 23×27 cm

Ha progetti per il futuro (nonostante le circostanze funeste degli ultimi tempi)?

“Il mio desiderio è quello di continuare a stupirmi ogni giorno.”

Immagine dal sito Nunzio Paci
Immagine dal sito nunziopaci.it




Segui l’artista su:
Sito ufficiale
Facebook
Instagram



All images are property of the artist (Tutte le immagini sono di proprietà dell’artista)